Il pulsossimetro o saturimetro permette di misurare – in maniera non invasiva – la quantità di emoglobina legata nel sangue, di norma l’emoglobina lega l’ossigeno quindi l’apparecchiatura è in grado di calcolare la quantità di ossigeno presente nel sangue ossia la saturazione dell’ossigeno nel paziente (indicata con l’abbreviazione SpO2).

Visualizzazione di tutti i 2 risultati